Oasi di Sant'Alessio

 
Il castello millenario e il relativo giardino faunistico costituiscono una vera e propria oasi della Pianura Padana per molte specie selvatiche.
 
Una garzaia naturale, stagni e grandi voliere permettono la facile visione di lontre, caprioli, aironi, spatole, gufi reali e del gipeto, il più grande sorvolatore delle Alpi.
 
Inoltre, lungo il tragitto dedicato alla foresta pluviale, impreziosito dalle nuove serre con passiflore, piante di cacao e di chiodi di garofano, si possono incontrare bradipi, caimani, splendide farfalle, l’ocelot e numerosi uccelli tropicali.
 
Alle visite guidate, interessanti e coinvolgenti, si associano laboratori didattici che, attraverso l’indagine sensoriale, consentono una più facile comprensione del mondo naturale.

OFFERTA DIDATTICA

Scuola dell'Infanzia

Scuola Primaria

Scuola Secondaria

PER PRENOTARE

Chiamare il numero 02 88463 289 (dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 14.00)

Dopo aver concordato telefonicamente data e orario della visita, scaricare il MODULO DI CONFERMA DELLA PRENOTAZIONE in formato PDF o Word e inviarlo via e-mail all’indirizzo scuole@assodidatticamuseale.it

Il pagamento dell’attività didattica va effettuato sul Conto Corrente Postale n° 40400202
Gli ingressi sono da saldare direttamente presso l’Oasi.

 

 

L'antico castello di Sant'Alessio A tu per tu con le spatole nella grande voliera del delta Osservazione di cicogne e aironi selvatici presso uno degli stagni Nei periodi più caldi è possibile osservare tutto il ciclo delle variopinte farfalle esotiche nella loro voliera Interessanti piante esotiche, quali il cacao, creano l'habitat ideale per alcuni curiosi animali della foresta pluviale Insegnanti presso lo scavo paleontologico durante una giornata di formazione