I Giardini Pubblici, che dal 2002 sono stati intitolati a Indro Montanelli, ebbero la loro prima sistemazione nella seconda metà del Settecento ad opera dell’architetto Giuseppe Piermarini (che a Milano fu autore, tra l’altro, della progettazione del Teatro alla Scala e di Palazzo Reale). I Giardini furono il primo luogo di svago dei Milanesi di ogni ceto sociale.

Nell’arredo del Verde, fatto di gradinate, cordoli e ammassi decorativi, è stata abbondantemente utilizzata una roccia sedimentaria denominata “ceppo lombardo”, che conferisce un caratteristico aspetto rustico.

I Giardini ospitano oggi molte interessanti piante come abeti, cedri, cipressi, una gigantesca quercia rossa, platani secolari e numerose piante di ginkgo.


Visualizzazione ingrandita della mappa

La statua di Antonio Stoppani, il primo direttore del Museo di Storia Naturale di Milano Uno dei laghetti dei Giardini Pubblici Vista dei giardini pubblici "Indro Montanelli" Palazzo Dugnani all'Interno dei Giardini Pubblici Il laghetto d'inverno Foglie Di quercus robur